Protagonista della Tua Vita, del Tuo Lavoro, anche nel Web
promuovi te stesso
Personal BrandingPsycho IdentityWeb Marketing

“Promuovi te stesso”: Una riflessione sul libro di Riccardo Scandellari

Come comunicare in modo efficace e vincente il proprio Personal Branding
di Anna Fata

 

Seguo da tempo Riccardo Scandellari, ho studiato – perché è questo che meritano – i suoi libri, ho riflettuto e interagito con lui e i suoi post, e ho potuto notate l’evoluzione umana e professionale di un uomo che nel suo ultimo libro “Promuovi te stesso” afferma più volte e in vari modi che si deve conoscere se stessi, oltre che il proprio pubblico, per comunicare in modo efficace.

Il libro gravita molto intorno alla giusta modalità comunicativa, come impostarla, realizzarla, ma si avverte di fondo anche un tentativo di analisi (e auto analisi?) psicologica di chi legge e di chi scrive. In questo senso noto un’evoluzione rispetto ai contributi precedenti.

Nel complesso il tentativo appare riuscito, nella misura in cui si avverte maggiormente l’essere umano che ci sta dietro, esattamente come lui esorta il lettore a fare: mettersi in gioco, perché dall’altra parte ci sono esseri umani. Occorre crescere, maturare, anche se questo necessita di sforzi e fatica. E gli l’autore riesce a farci percepire i risultati del suo percorso.

Una persona sensibile o molto preparata in materia noterebbe le piccole lacune che qua e là si possono individuare (ad esempio: quante volte si ripete sia nel testo, sia nei post nel web “Il problema sei tu”, ma siamo sicuri che gli umani “siano” problemi, ammesso di volersi avvalere di questo termine, magari non del tutto appropriato, e invece non “abbiano” un problema?), ma ci passa sopra, sapendo che siamo tutti in cammino e che tutti abbiamo i nostri angoli da smussare grazie all’interazione col prossimo come l’Autore stesso ripetutamente sottolinea.

Ed ecco un altro punto caldo trattato con cura dell’Autore: non è più il contenuto il re, ma lo diventa la condivisione. Occorre non solo condividere i propri contenuti nel posto giusto, al momento giusto, al target giusto, ma poi anche interagire, rispondere, con garbo, empatia, e sapersi districare diplomaticamente dalle piccole e grandi scaramucce che a volte possono sorgere.

Il libro scorre in modo fluido, piacevole, è scritto non solo tecnicamente in modo impeccabile, ma il Personal Branding appare delineato e sviscerato in modo sempre più sottile e affinato, segno che l’Autore ci sta lavorando da tanti anni e questo lo rende capace di notare e analizzare sempre più nel particolare il fenomeno.

Si arriva ad un certo punto ad un contributo esterno, che si alterna ai tanti che costellano i singoli capitoli e che ben si integrano con essi. Si tratta di un intero capitolo scritto dall’amico e socio del Scandellari, Rudy Bandiera. Il cambio di registro è netto e percepibile. Per quanto possa essere interessante, illustre, un lettore si potrebbe chiedere: A che pro? Anche perché siccome il contenuto riguarda le 42 Leggi universali del Digital carisma, di cui Bandiera già parla in un precedente libro edito anch’esso editor da Dario Flaccovio Editore e che come tale risulta un riassunto e quindi una parziale ripetizione di esse, si può trovare un po’ spaesato.

Ad ogni modo, ad un autore come Scandellari si può perdonare anche (forse?) questa piccola pecca, si torna a poter seguire l’iter dell’autore il cui nome figura in copertina per concludere con lui questo ennesimo, affascinante viaggio nel Personal Branding.

Personalmente lo rileggerei.
E non dico altro!

(Visited 86 times, 1 visits today)

Lascia un commento