Protagonista della Tua Vita, del Tuo Lavoro, anche nel Web
Cosa non è il content marketing
Content Marketing

Cosa NON è il Content Marketing

Abbiamo visto come il Content Marketing coinvolga la diffusione di contenuti creati ad hoc, che rispecchino le esigenze del consumatore ma soprattutto che le soddisfino.

La strategia comprende una serie di attività volte al raggiungimento degli obiettivi degli utenti, che porteranno ad un incremento della nostra rete di contatti e potenziali clienti (quindi potenziali guadagni).

In uno scenario così vasto, è facile confondersi e fraintendere il significato di questa strategia: è quindi opportuno chiarire anche cosa non è il Content Marketing:

  • Non è corretto limitare la definizione di Content Marketing alla creazione di contenuti fine a sé stessa, sebbene si tratti di contenuti di qualità. Si parla infatti di una tattica più complessa che coinvolge sì la qualità dei contenuti e la loro diffusione, ma dietro tutto questo c’è uno studio approfondito del contesto globale e del target di pubblico particolare al quale rivolgo i miei servizi e informazioni.
    La conoscenza del consumatore, dei suoi interessi e delle sue esigenze mi permette di formulare al meglio le modalità di distribuzione della mia offerta.
    Più entro in contatto col mondo e con le abitudini dell’utente, cercando di creare un legame emotivo, più riuscirò a coinvolgere ed affascinare il mio pubblico. Questo è molto importante per riuscire a fidelizzare il cliente, in modo che non si fermi alla prima offerta iniziale ma che continui a far parte della nostra rete anche in seguito.
  • Il Content Marketing non è una parentesi a tempo determinato che una volta creata rimane al suo posto: è, al contrario, una attività che non si conclude, costantemente in evoluzione, che va coltivata continuamente e supportata coi giusti mezzi. Se non funziona, va eventualmente rivista e modificata.
    Si tratta inoltre di sfruttare a valorizzare le potenzialità della mia offerta, in modo che il consumatore ne rimanga soddisfatto e consigli il nostro prodotto ad altri utenti interessati. Il cliente va sempre incoraggiato, spronato e ascoltato, in modo che le nostre informazioni (ma soprattutto le nostre azioni) lo portino a fidarsi di noie diventare un cliente fedele.
    I risultati arriveranno col tempo, ma soprattutto con la soddisfazione del consumatore: questo lo porterà a consigliare le nostre soluzioni in giro per il web, tramite uno sharing che ci porterà nuovi contatti.
  • Il Content Marketing non è una strategia di quantità: non si basa sui prodotti, sui prezzi, sulle vendite, ma si incentra sulla soddisfazione del consumatore. Ciò che gli utenti potranno ottenere grazie ai nostri servizi e informazioni, è la chiave del successo. Tante volte, un grande numero di contenuti e informazioni non è garanzia di qualità: non è detto che offrendo un numero svariato di informazioni e servizi, si riesca a coinvolgere e vendere di più. Al contrario, le informazioni devono essere più utili che tante – in modo che l’utente non si perda nel mare delle chiacchiere, ma vada dritto alla soluzione dei suoi problemi.
  • Il Content Marketing non è pubblicità, né tantomeno direct marketing: il cliente non è martellato da continui segnali e banner, spesso fastidiosi che lo portano a ignorare il materiale pubblicitario che gli viene messo sotto il naso. Viene invece lasciato libero di scegliere e valutare le informazioni. Sta a noi riuscire a dargli quel che sta cercando al momento giusto e risolvere i suoi problemi.

Guida al Content Marketing

(Visited 6 times, 1 visits today)